Sei qui: Home

Avvisi

 

LETTERA APERTA ALLA CITTADINANZA DI MIGNANEGO

 

Care Concittadine e cari Concittadini, scrivo questa lettera per poter raggiungere ognuno di voi e raccontarvi di una realtà nuova per il nostro Comune. Da qualche settimana e per qualche mese la Comunità San Benedetto di don Gallo ospita nella Cascina Canepa, a Costigliolo, dieci ragazzi profughi provenienti dal Senegal e dal Mali. La Comunità, seguendo quelle che da sempre sono le sue finalità, ha dato la disponibilità ad accogliere nelle proprie strutture persone che fuggono da realtà di miseria e oppressione e cercano una vita migliore. Per far sì che possano essere conosciuti dalla nostra comunità di Mignanego, i responsabili di San Benedetto hanno proposto una collaborazione con il nostro comune da attuarsi attraverso piccoli lavori di interesse pubblico, concordato con gli uffici comunali, che i ragazzi si sono resi disponibili a fare. Per presentarsi e raccontare le loro storie, tutta la cittadinanza è invitata all’evento “CONOSCIAMOCI” che si terrà venerdì 29 aprile alle ore 21.00 nel Teatro San Giuseppe. Sarà l’occasione per trascorrere insieme una serata di confronto e conoscenza. I Cittadini di Mignanego hanno un cuore grande e da sempre hanno accolto le novità con coraggio e disponibilità: mi auguro che questa sia per tutti un’occasione di crescita personale e collettiva e che possa aiutarci a superare la paura del “diverso”. Con la speranza di ritrovarci il 29 aprile, invio a tutti i miei più cordiali saluti.

 

Il Sindaco

Maria Grazia Grondona

 

Portale on line del Comune di Mignanego

Avvisi di pagamento TARI 2016

Per l'anno 2016, gli Avvisi di pagamento TARI subiranno delle variazioni nelle scadenze rispetto al passato esercizio.

Non appena possibile, verranno comunicate le nuove scadenze.

 

Tributi locali 2016

Nei documenti allegati sono disponibili le informazioni relative ai tributi locali (IMU, TASI, TARI, addizionale comunale IRPEF) per l'anno 2016.

I regolamenti comunali relativi sono disponibili nella apposita sezione in Amministrazione trasparente: Regolamenti comunali.

icon Novità IMU 2016 (18.59 kB)

icon Novità TASI 2016 (16.44 kB)

icon Aliquota addizionale IRPEF 2016 (268.23 kB)

icon Aliquote IMU 2016 (86.72 kB)

icon Aliquote TASI 2016 (426.75 kB)

icon Tariffe TARI 2016 (466.02 kB)

 

Buoni pasto refezione scolastica

A dicembre 2015 l’Amministrazione Comunale ha ricevuto una richiesta sottoscritta da 37 genitori che caldeggiavano una estensione degli orari di vendita dei buoni pasto rispetto all’orario mattutino offerto dalla banca.

L’Amministrazione ha valutato, visto il significativo numero di firme di genitori in calce alla lettera, di provvedere dal 1 febbraio 2016 ad estendere la vendita dei buoni pasto presso dell’Ufficio Pubblica Istruzione tutti i mercoledì pomeriggio dalle 14.30 alle 18.00 ed ogni primo sabato del mese dalle ore 10.00 alle ore 12.00. La relativa informativa è stata consegnata a tutti gli alunni della scuola a fine gennaio.

A distanza di quattro mesi il rendiconto degli accessi ci lascia interdetti: dei 37 firmatari della lettera solo uno si è presentato per acquistare i buoni pasto; su 17 mercoledì di apertura la media di genitori che si sono presentati ad acquistare buoni pasto è di 1,8; su 4 sabati di apertura si sono presentati 3 utenti in totale.

Con la fine della scuola non possiamo che immaginare un ulteriore calo degli accessi, per tale ragione dal 3 giugno il servizio di vendita dei buoni pasto presso l’Ufficio Pubblica Istruzione è sospeso. La vendita dei buoni pasto proseguirà presso la banca con i consueti orari. Per il nuovo anno scolastico è evidente che l’Amministrazione Comunale dovrà meglio valutare se e con quali modalità estendere l’orario mattutino di vendita dei buoni pasto.

 

Detrazione fiscale per spese scolastiche

Si comunica che è possibile richiedere all'Ufficio Pubblica Istruzione e Cultura la certificazione necessaria per la detrazione fiscale delle spese scolastiche.

Si ricorda che tale detrazione è fissata nella misura del 19% sulle spese per la frequenza di scuole dell'infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado per un importo non superiore a € 400.

La richiesta può essere fatta di persona recandosi presso l'Ufficio in orario di ricevimento o via posta elettronica indicando il nome e cognome dell'alunno e il nome e cognome e codice fiscale del soggetto che usufruirà della detrazione, allegando copia del documento di identità.

Per maggiori informazioni, rivolgersi all'Ufficio Pubblica Istruzione e Cultura ai seguenti recapiti.

 

Iscrizione trasporto scolastico

È disponibile il modulo per la richiesta di iscrizione al servizio di trasporto scolastico.

Richiesta iscrizione trasporto scolastico (formato .pdf)

Nel portale Amministrazione Trasparente del Comune sono inoltre disponibili i Regolamenti dei servizi scolastici, consultabili dalla pagina dell'Ufficio Pubblica Istruzione e Cultura.

 

IL NUOVO SISTEMA DI ALLERTAMENTO REGIONALE

Il nuovo sistema di Allertamento approvato con D.G.R. n.1057/2015 del 5 ottobre 2015, in vigore dal 15 ottobre 2015, comporta il passaggio da due livelli di Allerta con codice numerico a tre livelli con codice cromatico e più precisamente:

Allerta gialla, Allerta arancione, Allerta rossa. Tali valori costituiscono un sistema di soglie di riferimento, a cui corrispondono scenari di rischio corrispondenti a livelli di criticità crescente.

  1. Allerta gialla, a cui corrisponde una criticità ordinaria (fenomeni naturali che si ritiene possano dare luogo a criticità che si considerano comunemente ed usualmente accettabili dalla popolazione quali precipitazioni - piogge diffuse -  di intensità forte e in quantità elevata;
  2. Allerta arancione, a cui corrisponde una criticità moderata (fenomeni naturali che non raggiungono valori estremi e che si ritiene possano dare luogo a danni ed a rischi moderati per la popolazione, tali da interessare complessivamente una importante porzione del territorio considerato quali precipitazioni - piogge diffuse - di intensità forte o molto forte e in quantità elevata o molto elevata);
  3. Allerta rossa, a cui corrisponde una criticità elevata (fenomeni naturali suscettibili di raggiungere valori estremi e che si ritiene possano dare luogo a danni e rischi anche gravi per la popolazione, tali da interessare complessivamente una consistente quota del territorio considerato quali precipitazioni - piogge diffuse - di intensità molto forte e in quantità molto elevata).
 
Torna su
Torna indietro